lunedì 6 luglio 2020

Recake 2 - Nel bunker per un mese!

Vi siete mai chiesti quali sono i criteri con cui scegliete la ricetta da realizzare? Io di ricette e di foto stupende ne vedo a decine e decine ogni giorno. Ma con alcune scatta qualcosa di speciale che mi fa dire: “ questa la devo assolutamente provare”. Il mio passaggio successivo è quello di screenshottare la ricetta per non perderla nei meandri del web (insieme alle altre 19.000 foto scattate con il cellulare, è il ritrovarle nei meandri del cell il problema!).
Così è stato per il dojima roll cake che a maggio mi ha portata a riaprire questo blog e a sperimentare per la prima volta un dolce giappo. E si è rivelata un’ottima scelta, non solo perché il dolce è buonissimo, ma anche perché il mio è stato il miglior dolce realizzato per il mese di maggio e mi ha permesso di entrare per un mese nel bunker con le simpaticissime Giulia e Alessandra! 
Il dolce che ci accompagnerà nella recake di luglio e agosto è fresco (io l’ho realizzato in una giornata in cui il termometro segnava 36 gradi!!! Non potevo accendere il forno) con un sapore insieme dolce e pungente. Dosando bene gli ingredienti si avrà il connubio perfetto tra l’aspro del limone e il sapore dolcissimo della base di oreo. 
Per chi è vegano può sostituire il burro con l’olio di cocco e la colla di pesce con l’agar agar. Gli oreo sono vegan già di loro e ve li consiglio nella loro versione bianca perché bilanciano proprio bene il forte gusto di limone! 

Vi ho incuriosito? Ecco a voi la ricetta!



NO BAKE LEMON TART



Ingredienti: 

Per la base:
450 g di oreo Bianchi (o altri biscotti che preferite)
50 g di burro (o di olio di cocco)

Per la crema:
500 ml di latte di cocco
70g di zucchero
120 g di succo di limone 
Scorza grattugiata di un limone bio
6 g di colla di pesce (o 1/2 cucchiaino di agar agar
1/2 cucchiaino di curcuma per colorare

Per la decorazione:
usate frutta a piacere, per me pesche e ciliegie




Procedimento:

In un mixer frullare gli oreo e aggiungere 50 g di burro. In una teglia compattare il composto con le mani o con un cucchiaio. Cercate di creare una base uniforme, ricoprendo anche i bordi.

Se usate la colla di pesce mettetela a bagno in acqua freddissima per una decina di minuti. 

Mettete in una casseruola tutti gli ingredienti necessari. Portare ad ebollizione mescolando in continuazione. Quando comincia a sobbollire abbassate la fiamma per continuando a mescolare aspettate che si addensi. Ci vorranno pochi minuti. Spegnete il fuoco e aggiungere la colla di pesce, amalgamando bene il tutto.

Fate raffreddare un po’ fino a che il composto sarà a temperatura ambiente e dopo traferitelo nel guscio di biscotti e lasciate raffreddare in frigo per almeno 3 ore, meglio sarebbe per l’intera notte. 


Veniamo alle regole. 
1. Bisogna realizzare una tart fredda senza cottura (no frolla o brisee). 
2. Bisogna realizzare un curd senza uova (si può cambiare l’agrume).

Ecco a voi la locandina da salvare sul blog!



Avete tempo per partecipare fino al 31 agosto!
Qui sotto i link alle bravissime organizzatrici:

 Giulia
Alessandra


2 commenti:

  1. Ma che bello ritrovarti, Maria! Avevo perso il post del tuo ritorno ma fortunatamente questo non mi è sfuggito!
    Non sapevo che gli Oreo fossero Vegan.
    Questa tart è davvero caruccia e...furba!
    La scelta di una ricetta in cui cimentarmi per me si snoda attraverso diverse queste fasi:
    1. visiva - la foto mi deve catturare
    2. fattibilità - sono all'altezza di cimentarmici?
    3. ho tutto?
    e poi a quel punto anch'io mi salvo da qualche parte la ricetta perché altrimenti col cavolo che la ritrovo nel ginepraio del web!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Bellissima la tua lemon tart!!!
    Mi piace molto l'utilizzo del latte di cocco :-)
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina